CONDIZIONI GENERALI

AMBITO DI APPLICAZIONE:

le presenti Condizioni Generali e le altre Condizioni (Tariffarie, ecc.) si applicano a tutti i rapporti contrattuali relativi al conferimento da parte del Cliente (Committente) ad Medialogistica s.r.l(Vettore) di incarichi di trasporto, nel periodo di durata e validità del contratto come da Condizioni Amministrative/Contrattuali, successivamente alla scadenza se non intervenuto un nuovo contratto tariffario tra le parti e anche per eventuali spedizioni tassate alle tariffe di cartello nell’ipotesi di cessazione degli effetti del presente contratto tariffario.

Si applicano altresì, per tutto quanto qui non disposto, le Condizioni Federcorrieri praticate dai Corrieri e Spedizionieri italiani, depositate presso tutte le C.C.I.A.A. il 7.1.97, che devono intendersi qui integralmente riportate e trascritte. Nell’ipotesi di contrasto tra le presenti Condizioni Generali e quelle Federcorrieri prevarranno le prime.Le parti escludono per volontà espressa l’applicabilità delle norme in tema di deposito in tutti i casi in cui il Committente affidi al Vettore merce da trasportare, essendo l’eventuale deposito solo una fase accessoria e secondaria del trasporto, e ciò con particolare riferimento ad eventuali periodi di sosta della merce presso i magazzini del Vettore, anche se la sosta è richiesta dal Committente stesso.

FACOLTA’ DI RECESSO E CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA/SOSPENSIONE FERIALE:

il Vettore, fatto salvo il diritto di revisione di cui alle Condizioni Amministrative/ Contrattuali, si riserva la facoltà di recedere dal presente contratto in qualsiasi momento, con preavviso di 10 gg, con comunicazione scritta da inviarsi al Committente, anche a mezzo fax. Ai sensi dell’art.1456 del c.c., le parti convengono che il presente contrattosi risolva di diritto, quando il Vettore ne abbia dato comunicazione scritta al Committente, anche a mezzo fax, nel caso di mancato pagamento dei trasporti alle scadenze convenute o mancata conformità delle merci alle leggi vigenti. Il Vettore avrà facoltà di sospendere il servizio nel periodoferiale; in tal casol’esatto periodo di sospensione verrà comunicato almeno 15 gg prima del suo inizio.

ESAZIONE CONTRASSEGNI/RESPONSABILITA’:

al fine di permettere al Vettore l’immediata riconoscibilità del mandato di contrassegno eventualmente connesso con un incarico di trasporto, è condizione indispensabile che il mandato sia chiaramente espresso per iscritto ed in modo inequivocabile sul documento di trasporto (d.d.t.), in prossimità dei dati essenziali peril Vettore, tramite la parola CONTRASSEGNO seguita dall’indicazione dell’importo in Euro, in cifre e in lettere edalle eventuali modalità d’esazione, impartite e formulate in lingua italiana, nonché evidenziato sul d.d.t. con la dicitura CONTRASSEGNO. L’inosservanza da parte del mittente di anche unasola delle indicazioni richieste comporterà l’esonero del Vettore da ogni responsabilità relativa al mandato conferitogli.Il Vettore esegue il mandato con la diligenza del buon padre di famiglia e non ha l’obbligo di comunicare al Committente l’avvenuta esecuzione dello stesso. La rimessione dei titoli di credito incassati avverrà secondo i tempi ordinari necessari al ritorno degli stessi. Il Vettore non si assume alcuna responsabilità riguardo alla perdita dei titoli di credito emessi al portatore, girati in bianco o comunque negoziabili da chiunque, mentre in caso di perdita di assegni non trasferibili il Vettore sarà unicamente tenuto a sporgere relativa denuncia onde consentire la procedura di cui agli artt. 73 e 86 Legge Assegni.Il ricevimento senza riserve da parte del Committente dei titoli di credito riscossi dal Vettore importa approvazione, anche se il Vettore si è discostato dalle istruzioni o ha ecceduto i limiti del mandato. In ogni caso è data facoltà al Vettore di incassare assegni circolari in assenza di specifiche istruzioni del mittente sulle modalità di esazione. Il Vettore è esonerato da responsabilità in caso di errori e/o omissioni di contrassegni su spedizioni la cui bollettazione derivi da archivi magnetici forniti dal mittente.

DIRITTO DI RITENZIONE:

le parti danno atto che il rapporto nascente dal presente contratto è un unico rapporto obbligatorio, per cui il Vettore, a copertura di tutti i suoi crediti comunque dipendenti dall’esecuzione degli incarichi affidatigli, anche già eseguiti, può esercitare il diritto di ritenzione su quanto si trova nella sua detenzione (merci,) (contrassegni, bancali, ecc.) ex artt. 2756/2761 c.c. e art. 23 Condizioni Federcorrieri.

DISPOSIZIONI GENERALI SUI TEMPI DI RESA/RITIRI:

i tempi di resa (riconsegna al destinatario) sono quelli ordinariamente necessari per effettuare un trasporto, tenuto conto della distanza da percorrere, delle condizioni stradali e situazioni di traffico, di eventuali imprevisti e di ogni altra circostanza normalmente idonea ad incidere sui tempi di trasporto. Di conseguenza i tempi di resa forniti dal Vettore devono considerarsi meramente indicativi. L’eventuale indicazione unilaterale, da parte del mittente sul d.d.t., di tempi di resa, date od orari nell’esecuzione dell’incarico non impegnano in alcun modo il Vettore. Il Vettore non assume alcuna obbligazione contrattuale in ordine ai tempi di resa, sia che siano stati da esso forniti, sia che siano indicati unilateralmente dal mittente, il cui mancato rispetto non è pertanto suscettibile di produrre alcuna conseguenza giuridica in capo al Vettore.In particolare il Vettore non potrà essere ritenuto responsabile per i danni diretti o indiretti (ad es. perdita di guadagno,) (di avviamento o di clientela), di qualunque genere e comunque determinati, subiti dal Committente a causa del mancato rispetto dei termini di resa o dei tempi unilateralmente determinati dal mittente, e ciò anche indipendentemente dal fatto che il Vettore fosse o meno a conoscenza della possibilità della loro verificazione.
Il presente art. si applica per tutti i tipi di servizi offerti dal Vettore e anche per gli ordini di ritiro (o.d.r.). Il Vettore si riserva la facoltà di non accettare determinati o.d.r. Le eventuali disposizioni del Committente negli o.d.r. devono essere riportate anche nel d.d.t., pena la loro nullità e/o inefficacia.

TEMPI DI RESA DEI SERVIZI DA MEDIALOGISTICA CONSEGNE TASSATIVE/PRENOTATE IN PARTENZA:

fermo restando quanto previsto dall’art. precedente, nel caso in cui non siano rispettati dal Vettore i tempi di resa previstiper il servizio MEDIALOGISTICA Urgente, per il servizio PALLEX , per le Consegne STANDARD -NO STOP Tassative/Prenotate in partenza, il servizio si intenderà prestato alle condizioni e con i tempi ordinari ed il cliente non sarà tenuto acorrispondere la maggiorazione tariffaria.

MODALITA’DI ESECUZIONE DELL’INCARICO/MODIFICHE/CONSEGNA:

il Committente ha l’obbligo di indicare sul d.d.t. tutte le istruzioni necessarie per l’esatta esecuzione dell’incarico, comprese eventuali disposizioni doganali, e di allegare la documentazione necessaria. E’ attribuita al Committente la facoltà di modificare le modalità di esecuzione dell’incarico di trasporto e del mandato di contrassegno, se la modifica chiesta sia ancora attuabile,trasmettendone tempestivamente comunicazione al Vettore per mezzo di fax o mail certificata .Il Vettore non assume alcuna responsabilità in caso di erronea trasmissione, di falsificazione o contraffazione del fax da parte di terzi o comunque di fax contenente indicazioni non corrispondenti alla volontà del mittente.Il Vettore effettua la consegna nel luogo di destinazione indicato sul d.d.t. e il ricevimento sarà validamente effettuato da qualunque persona ivi presente.

RESPONSABILITA’ DEL VETTORE:

i trasporti per l’Italia vengono assunti a norma di legge, applicandosi gli artt. 1693, 1° comma, 1694 e 1696 c.c. . I limiti risarcibili in caso di eventi dannosi derivanti da responsabilità del Vettore, non solo per perdita e avaria merce, ma per tutti i casi che investono direttamente o indirettamente la responsabilità vettoriale ex recepto sono stabiliti, per ogni kg di peso lordo, dall’art. 1696 c.c. e comunque in max 1,00 Euro per i trasporti in Italia. Il Vettore sarà quindi responsabile unicamente con i massimali indicati nel presente art. per tutti i danni diretti o indiretti, di qualunque genere e comunque determinati, subiti dal Committente a causa della perdita o avaria della merce trasportata, e ciò anche indipendentemente dal fatto che il Vettore fosse o meno a conoscenza della possibilità della loro verificazione. Ove il Committente ritenga insoddisfacenti i limiti risarcibili di cui sopra e non sia già assicurato in proprio si impegna a conferire al Vettore apposito mandato assicurativo. Al fine di consentire la quantificazione del danno, il Committente si impegna a fornire al Vettore la necessaria documentazione (1. copia della fattura originaria al Destinatario; 2. copia della nota di credito e/o del d.d.t. a reintegro emesse a) (seguito del danno) e nel caso in cui non la fornisca entro un anno dall’evento il Committente è responsabile dell’eventuale perdita in capo al Vettore di diritti connessi al danno.Il Committente si impegna a garantire al Vettore la non rivalsa sul Vettore stesso da parte delle compagnie assicuratrici con cui ha autonomamente stipulato polizze di assicurazione della merce, fatto salvo quanto previsto dall’art. 1696 c.c.. Il Committente è tenuto a riscontrare entro 5 gg dal ricevimento della comunicazione di anomalia la variazione del peso della merce danneggiata nel qual caso si procederà a verifica in contraddittorio; altrimenti il peso si considererà definitivo. Il Vettore è tenuto a considerare solo le riserve specifiche e certe apposte dal destinatario ed è quindi esonerato da responsabilità in presenza di riserve generiche. Il Vettore non è tenuto a verificare il numero dei colli in bancali sigillati, ancorché indicato sul d.d.t., e l’incarico si intenderà pertanto assunto per le unità di carico pari ai bancali sigillati. Condizioni indispensabili per la risarcibilità dei danni occulti sono l’assoluta idoneità dell’imballaggio per la merceologia trasportata, secondo la miglior tecnica ed esperienza, l’utilizzo di nastro personalizzato del Committente per la chiusura dei colli e l’indicazione sui colli, ben evidenziata, di eventuali caratteristiche della merce facilitanti danni occulti (ad es. “merce) (fragile”, ecc.).Viene altresì convenuta tra le parti la non applicabilità della presunzione stabilita dall’art. 1693, 2° co. c.c., per cui il Vettore avrà facoltà di contestare vizi di imballaggio anche successivamente al ritiro.In ogni caso l’onere della prova che il danno occulto è stato causato dal trasporto è a carico del Committente. In caso di inversione di colli, il Vettore non si assume responsabilità per le successive movimentazioni dei colli compiute da chi li ha erroneamente ricevuti, in particolare se rilanciati all’Estero. In tutti i casi in cui sia affidato al Vettore un trasporto nazionale si applicherà sempre la normativa nazionale, anche se il trasporto continua all’Estero o da esso proviene.(9) PROVE DI CONSEGNA: il Vettore è tenuto a fornire la prova di consegna solo se richiesta dal mittente entro un anno dalla data del trasporto, tali documenti verranno addebitati in ragione di quanto indicato al punto 10 delle Competenze per Prestazioni Accessorie.(10) AFFRANCATURAPLICHI E BUSTE: è a carico del Committente.

BANCALI A RENDERE:

gli attrezzi di carico (bancali) utilizzati dal mittente sono considerati a tutti gli effetti parte integrante dell’imballaggio delle merci e pertanto di esclusiva pertinenza del destinatario. La relativa tara viene inclusa ai fini della determinazione del peso tassabile della spedizione. Sono condizioni indispensabili per la gestione da parte del Vettore dei resi bancali la previsione contrattuale della franchigia bancali e la chiara, ben visibile ed inequivocabile indicazione, da parte del mittente sul d.d.t., della dicitura BANCALI DA RENDERE AL VETTORE ALLA CONSEGNA. I bancali dovranno essere marcati EPAL e, di conseguenza, il vettore non risponde della gestione dei bancali non marcati EPAL. Qualora il destinatario incorra in ritardi nella preparazione dei pallet da restituire o ometta in ogni caso di riconsegnare tempestivamente al vettore i bancali entro il completamento delle operazioni di scarico, il loro numero verrà sottratto dal totale da rendere al mittente (farà fede l’indicazione contenuta sul documento di spedizione del) (vettore); in questo caso il mittente potrà rivalersi unicamente nei confronti del destinatario. Il vettore non risponde dei danni ai bancali se non per colpa grave. E’ comunque esonerato da qualsivoglia responsabilità in relazione a danneggiamenti imputabili al destinatario; a tal fine il vettore potrà annotare sul d.d.t. ogni danno presente sui pallet restituiti


USI E CONSUETUDINI:

per tutto quanto non espressamente richiamato si fa riferimento agli usi e consuetudini del settore trasporto collettame, come contenuti nelle Condizioni Generali e Diritti e tariffe della Federcorrieri.(13) CASI DI FORTUITO: ai sensi dell’art. 1694 C.C., si presumono casi fortuiti o di forza maggiore il furto, la rapina, il saccheggio, gli scioperi, le serrate, le sommosse, gli atti di terrorismo, la pirateria, l’incendio, le calamità e le interruzioni della viabilità.


MERCI NON AFFIDABILI AL VETTORE/ TRASPORTI PER FIERE/ MEDICINALI/PRODOTTI ALIMENTARI/ISPEZIONE:

non potranno essere affidati al Vettore i seguenti prodotti, che il Vettore stesso dichiara fin d’ora di non accettare: preziosi, titoli, quadri, articoli di antiquariato, ecc., non essendo tra l’altro assicurabili da polizze vettoriali, -prodotti deperibili -beni il cui trasporto è per legge proibito come armi, valori bollati, tabacchi, ecc. I trasporti con destinazione Fiere,Saloni, Esposizioni, ecc. sono accettate solo se preventivamente concordate con il Vettore e solo se sul d.d.t. sono indicate le informazioni aggiuntive necessarie quali data richiesta per la consegna, numero stand, persona da contattare e suo n.di tel., fermo restando quanto stabilito dall’art. 5. I medicinali potranno essere affidati solo se non necessitano di alcun controllo della temperatura di conservazione.Prodotti alimentari potranno essere affidati solo se non deperibili e/o non conservabili esclusivamente a temperature determinate e perfettamente imballati e sigillati, al fine di evitare qualsiasi contaminazione o insudiciamento dei prodotti. Il Committente garantisce al Vettore di assolvere agli obblighi di rintracciabilità dei prodotti alimentari (Regolamento CE n. 178/02) secondo le Linee Guida dell’Accordo Stato-Regioni e dichiara di gestire direttamente i dati richiesti e di poterli mettere tempestivamente a disposizione delle Autorità Competenti. Il Committente prende atto che tutta la merce affidata sarà trasportata dal Vettore in modo promiscuo con altri prodotti, esonerando e obbligandosi a tenere manlevato il Vettore da qualunque responsabilità derivante dall’affidamento di merce non accettate ai sensi del presente art.Si precisa che il Vettore non avrà alcun obbligo di controllare se la tipologia di merce affidatagli rientri o meno nelle categorie non accettate.


TARIFFE/RITARDATO PAGAMENTO:

il Committente è tenuto a corrispondere al Vettore, per gli incarichi a lui affidati, quanto stabilito dal presente contratto nelle Tariffe del nolo, dalle Condizioni Addizionali e dalle Competenze per Prestazioni Accessorie. Il corrispettivo è calcolato sulla base del peso e/o del volume della merce affidata così come verificato dal Vettore, nulla rilevando quanto riportato sul d.d.t., e tale diverso peso e/o volume sarà comunicato al Committente nella fattura mensile. Eventuali contestazioni sulla fattura mensile dovranno essere comunicate al Vettore entro la data di scadenza della stessa, a pena di decadenza.Il Vettore è autorizzato ai sensi dell’art. 1252 c.c. a compensare l’ammontare dei contrassegni dovuti al Committente con i crediti scaduti nei confronti di questo. In caso di mancato pagamento alla scadenza pattuita il Committente sarà automaticamente costituito in mora e sarà tenuto a rimborsare al Vettore, oltre gli interessi come da contratto, ogni spesa relativa al recupero del credito.


FORO COMPETENTE:

Per eventuali controversie che possono insorgere in dipendenza del presente contratto di trasporto è competente in via esclusiva il Foro di Varese.